III domenica di Avvento - Anno B

Colletta
Guarda, o Padre, il tuo popolo,
che attende con fede il Natale del Signore,
e fa' che giunga a celebrare con rinnovata esultanza
il grande mistero della salvezza.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 

Immacolata Concezione di Maria



O Padre,
che nell'Immacolata Concezione della Vergine hai preparato una degna dimora per il tuo Figlio,
e in previsione della morte di lui l'hai preservata da ogni macchia di peccato,
concedi anche a noi,
per sua intercessione,
di venire incontro a te in santità e purezza di spirito.
 

Angolo dell'orazione Dicembre 2014

Questo mese preghiamo per..

Generale:  "Perché la nascita del Redentore porti pace e speranza a tutti gli uomini di buona volontà.”

Missionaria: “Perché i genitori siano autentici evangelizzatori, trasmettendo ai figli il prezioso dono della fede.”

Dei Vescovi: “Perché nei credenti cresca il desiderio di annunciare con gioia il Cristo, luce delle genti.”

Del Sito:  "Perché i vescovi, ricolmi del massimo grado e grazia del sacerdozio, possano assumersi con amore, responsabilmente e con coraggio la cura del gregge loro affidato, senza atteggiamenti e scelte che riconducano alla Sindrome di Giona".
 

II domenica di Avvento - Anno B

Colletta
Dio grande e misericordioso,
fa' che il nostro impegno nel mondo
non ci ostacoli nel cammino verso il tuo Figlio,
ma la sapienza che viene dal cielo
ci guidi alla comunione con il Cristo, nostro Salvatore.
 

Angolo dell'orazione Novembre 2014

Questo mese preghiamo per..

Generale:  "Perché le persone che soffrono la solitudine sperimentino la vicinanza di Dio, e il sostegno dei fratelli.”

Missionaria: “Perché i giovani Seminaristi, Religiosi e Religiose abbiano formatori saggi, e ben preparati.”

Dei Vescovi: “Perché l’uomo riscopra la sacralità della vita, in un mondo che esalta l’avere e l’apparire, piuttosto che l’essere.”

Del Sito:  "Perché i vescovi, ricolmi del massimo grado e grazia del sacerdozio, possano assumersi con amore, responsabilmente e con coraggio la cura del gregge loro affidato, senza atteggiamenti e scelte che riconducano alla Sindrome di Giona".