VI Domenica del tempo di Pasqua - anno C

samaritana

Colletta
Dio onnipotente,
fa' che viviamo con rinnovato impegno
questi giorni di letizia
in onore del Cristo risorto,
per testimoniare nelle opere
il memoriale della Pasqua
che celebriamo nella fede.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Oppure:
O Dio, che hai promesso
di stabilire la tua dimora
in quanti ascoltano la tua parola
e la mettono in pratica,
manda il tuo Spirito,
perché richiami al nostro cuore
tutto quello che il Cristo ha fatto e insegnato
e ci renda capaci di testimoniarlo
con le parole e con le opere.
Per il nostro Signore Gesù Cristo... 
 


Prima lettura 
At 15,1-2.22-29
È parso bene, allo Spirito Santo e a noi, di non imporvi altro obbligo al di fuori di queste cose necessarie.
 
Dagli Atti degli Apostoli

In quei giorni, alcuni, venuti dalla Giudea, insegnavano ai fratelli: «Se non vi fate circoncidere secondo l'usanza di Mosè, non potete essere salvati».
Poiché Paolo e Bàrnaba dissentivano e discutevano animatamente contro costoro, fu stabilito che Paolo e Bàrnaba e alcuni altri di loro salissero a Gerusalemme dagli apostoli e dagli anziani per tale questione.
Agli apostoli e agli anziani, con tutta la Chiesa, parve bene allora di scegliere alcuni di loro e di inviarli ad Antiòchia insieme a Paolo e Bàrnaba: Giuda, chiamato Barsabba, e Sila, uomini di grande autorità tra i fratelli. E inviarono tramite loro questo scritto: «Gli apostoli e gli anziani, vostri fratelli, ai fratelli di Antiòchia, di Siria e di Cilìcia, che provengono dai pagani, salute! Abbiamo saputo che alcuni di noi, ai quali non avevamo dato nessun incarico, sono venuti a turbarvi con discorsi che hanno sconvolto i vostri animi. Ci è parso bene perciò, tutti d'accordo, di scegliere alcune persone e inviarle a voi insieme ai nostri carissimi Bàrnaba e Paolo, uomini che hanno rischiato la loro vita per il nome del nostro Signore Gesù Cristo. Abbiamo dunque mandato Giuda e Sila, che vi riferiranno anch'essi, a voce, queste stesse cose. È parso bene, infatti, allo Spirito Santo e a noi, di non imporvi altro obbligo al di fuori di queste cose necessarie: astenersi dalle carni offerte agl'idoli, dal sangue, dagli animali soffocati e dalle unioni illegittime. Farete cosa buona a stare lontani da queste cose. State bene!».

Parola di Dio 
 


Salmo responsoriale 
Sal 66
 
Ti lodino i popoli, o Dio, ti lodino i popoli tutti.

Dio abbia pietà di noi e ci benedica,
su di noi faccia splendere il suo volto;
perché si conosca sulla terra la tua via,
la tua salvezza fra tutte le genti.

Gioiscano le nazioni e si rallegrino,
perché tu giudichi i popoli con rettitudine,
governi le nazioni sulla terra.

Ti lodino i popoli, o Dio,
ti lodino i popoli tutti.
Ci benedica Dio e lo temano
tutti i confini della terra. 
 


Seconda lettura 
Ap 21,10-14.22-23
L'angelo mi mostrò la città santa che scende dal cielo.
 
Dal libro dell'Apocalisse di san Giovanni apostolo

L'angelo mi trasportò in spirito su di un monte grande e alto, e mi mostrò la città santa, Gerusalemme, che scende dal cielo, da Dio, risplendente della gloria di Dio. Il suo splendore è simile a quello di una gemma preziosissima, come pietra di diaspro cristallino.
È cinta da grandi e alte mura con dodici porte: sopra queste porte stanno dodici angeli e nomi scritti, i nomi delle dodici tribù dei figli d'Israele. A oriente tre porte, a settentrione tre porte, a mezzogiorno tre porte e a occidente tre porte.
Le mura della città poggiano su dodici basamenti, sopra i quali sono i dodici nomi dei dodici apostoli dell'Agnello.
In essa non vidi alcun tempio:
il Signore Dio, l'Onnipotente, e l'Agnello
sono il suo tempio.
La città non ha bisogno della luce del sole,
né della luce della luna:
la gloria di Dio la illumina
e la sua lampada è l'Agnello.

Parola di Dio 
 


 Canto al Vangelo (Gv 14,23)
Alleluia, alleluia.

Se uno mi ama, osserverà la mia parola, dice il Signore,
e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui.
Alleluia.
 


Vangelo 
Gv 14,23-29
Lo Spirito Santo vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.
 
+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse [ai suoi discepoli]:
«Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.
Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore.
Avete udito che vi ho detto: "Vado e tornerò da voi". Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l'ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate».

Parola del Signore
 


Commento

La Parola di Gesù, la Parola di Dio, ha la peculiarità di trasformare la realtà a misura del divino.
Con la Parola Dio crea e crea continuamente.
E' semplice per Dio creare qualcosa dal nulla o cambiarlo, ma è meraviglioso per l'Onnipotente cambiare l'uomo con il suo assenso e portarlo ad essere pienamente se stesso.
Non basta dunque "sapere" la Parola, "conoscerla" ma è fondamentale viverla.

E' proprio vivendola che la si comprende; è nell'abbandono fiducioso che la Parola da luce all'intelletto e al cuore.
E' vivendola che la Parola apre sempre una via nuova nella storia.
Infatti il non fiorire di una vocazione spesso, quasi sempre, è dovuto al fatto che non ci si gioca su una Parola di Gesù ma si rimane paralizzati dalla paura e dal peccato; dalle proprie abitudini e dalle catene di morte.
Più si rimane paralizzati e meno si comprende Dio e più si è piccoli nella capacità di Amare.

Rischiando su Dio, invece, si vince sempre; anche quando si perde.
Proprio perché Dio prende dimora presso il tuo cuore. Nonostante l'esperienza della Chiesa e dei santi e di tanti uomini e donne di Dio siamo invece restii a tuffarci e dire:
Gesù mi fido di te. Farò ciò che mi chiedi.
Dire sì a Dio e mettere in pratica la Parola, in realtà non è altro che permettere allo Spirito che è nel nostro cuore di sgorgare e rendere il nostro deserto un'oasi.
Dio veramente cambia la storia, la tua storia.
Qui, in questa fiducia che si fa carne; in questo rendere viva la parola nei propri passi si compie la Pace e non altrove.
Nulla è impossibile a Dio.
E tutto è possibile all'uomo in Cristo.

Scegliere di abbandonarsi è l'atto più adulto e maturo che possiamo compiere. Ed è anche l'atto più attivo, più fecondo.
Infatti dietro il voler, talvolta, comprendere a tutti i costi prima di rischiare, c'è ancora l'uomo vecchio che con la scusa della "ragione" (che poi ragione non è) sta uccidendo l'uomo nuovo che tenta di germogliare.
Qui si consuma il primo aborto, nella, nostra incapacità di fidarci di Dio fino in fondo, come potremmo e come dovremmo.
Ma Egli ci ripete:
"Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui."

Maria

pdfVI_Pasqua_anno_C.pdf


Copertina-Ritornelli-SalmodiciCon la presente segnaliamo l'opera dei Ritornelli Salmodici per la S. Messa anno B
un sussidio per tutti gli operatori della liturgia e i singoli fedeli che desiderano vivere meglio questa parte della Mensa della Parola.

E' disponibile su Amazon e ITunes per l'etichetta di AmarcOrd Studio
in vendita su ITunes qui
https://itunes.apple.com/it/album/id903051825


"... Potremmo senza alcun dubbio ribadire che il salmo responsoriale è un laboratorio di preghiera."

Qui il video su youtube
https://www.youtube.com/watch?v=H-bxEj7A7mY

Il testo dell'introduzione completo è presente qui
http://www.cristianocattolico.it/catechesi/liturgia/ritornelli-salmodici-per-la-santa-messa-anno-b.html


Attenzione!
Se avete acquistato l'intera opera scrivete qui, allegando ricevuta di acquisto,
per ricevere l'accesso personale alla zona protetta del sito e scaricare il PDF delle partiture di ogni ritornello.

Build and Design
by Paul Freeman sDg

partner di
Novae Terrae
www.novaeterrae.eu