Responsabilità di proteggere

Signor Presidente,
Nell’estenderle le congratulazioni della Santa Sede per la sua elezione alla presidenza della 69ª Sessione dell’Assemblea Generale, desidero trasmettere i cordiali saluti di Sua Santità Papa Francesco a lei e a tutte le delegazioni partecipanti. Egli vi assicura della sua vicinanza e delle sue preghiere per il lavoro di questa sessione dell’Assemblea Generale, nella speranza che si possa svolgere in un clima di collaborazione produttiva, per la costruzione di mondo più fraterno e unito, individuando modi per risolvere i gravi problemi che oggi affliggono l’intera famiglia umana.
 

Comunicare la famiglia: ambiente privilegiato dell’incontro

Il Tema della Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali di quest’anno si pone in continuità con quello dello scorso anno e , allo stesso tempo, va contestualizzato con quello che sarà il tema centrale dei prossimi due Sinodi: la famiglia.

La cronaca quotidiana ci racconta anche la fatica della famiglia. Il cambiamento culturale molte volte non aiuta a far comprendere quanto la famiglia sia un bene.
 

Per rimuovere le cause del terrorismo

Pubblichiamo la traduzione italiana dell’intervento pronunciato in inglese dal cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, durante il dibattito aperto sui terroristi stranieri, svoltosi il 24 settembre al Consiglio di sicurezza dell’Onu, in connessione con il tema in agenda «Minacce alla pace e alla sicurezza internazionali causate da atti terrosristici» . Signor Presidente, La mia Delegazione si congratula con gli Stati Uniti per l’assunzione della presidenza del Consiglio di sicurezza e plaude all’opportuna convocazione di questo dibattito aperto del Consiglio di sicurezza circa le «Minacce alla pace e alla sicurezza internazionali causate da atti terroristici».
 

Matrimonio: quando è dichiarato nullo per la Sacra Rota

In base al diritto canonico, la celebrazione del matrimonio richiede che il consenso sia posto tra un uomo e una donna giuridicamente abili. I motivi di nullità del matrimonio riguardano la mancanza della forma canonica, la presenza di impedimenti, un vizio o difetto del consenso. Non vanno poi dimenticate altre situazioni in cui esistono le condizioni per chiedere la concessione della dispensa, per un matrimonio non consumato oppure non sacramentale.

da © www.famigliacristiana.it - 23 settembre 2014

I capi di nullità   La celebrazione del matrimonio richiede che il consenso sia posto tra un uomo e una donna giuridicamente abili (ossia non inabilitate da impedimenti), secondo le solennità previste dalla legge (ossia in ossequio alla forma canonica). I motivi di nullità del matrimonio riguardano quindi la mancanza della forma canonica, la presenza di impedimenti dirimenti non dispensati, un vizio o difetto del consenso. Non vanno poi dimenticate altre situazioni in cui esistono le condizioni per chiedere la concessione della dispensa, per un matrimonio non consumato oppure non sacramentale

 

Caritas Italiana per i Paesi colpiti dall’ebola

ROMA, 25. Sono già migliaia le vittime dell’epidemia di ebola che è ormai non solo un’emergenza sanitaria ma anche un’emergenza umanitaria. Caritas italiana, accanto alle Chiese locali nelle attività di prevenzione e prima assistenza nei Paesi più colpiti sin dallo scoppio dell’emergenza nel mese di febbraio, continua e rafforza il suo impegno nel promuovere una risposta all’emergenza che sia all’altezza della complessità della crisi. Una risposta che deve avere carattere regionale, promuovendo interventi multisettoriali in collaborazione e coordinamento con le diverse realtà religiose e civili.
 

Wesołowski arrestato Un'analisi giuridica

Giancarlo Cerelli
www.lanuovabq.it - 25 settembre 2014

La notizia dell’arresto dell’ex nunzio Mons. Józef Wesołowski ha ricevuto molto risalto sui mezzi di comunicazione.

L’iniziativa volta a limitare la libertà personale di un alto prelato - e per giunta - per opera di organi giudiziari dello Stato della Città del Vaticano, non è cosa che accade tutti i giorni. Questa vicenda, tuttavia, può portare, chi non è un cultore del diritto canonico, a cedere a interpretazioni equivoche sulla vicenda, giungendo, così, probabilmente a conclusioni non conformi alle disposizioni dell’ordinamento canonico. Brevemente, pertanto, partendo dai fatti, cercherò di spiegare che gli organi giudiziari dello Stato Vaticano hanno potuto procedere penalmente al fermo dell’alto prelato, perché cittadino vaticano in quanto membro del servizio diplomatico.
 
Riportiamo di seguito l’intervento che il Segretario di Stato Card. Pietro Parolin ha pronunciato ieri a New York al Climate Summit 2014 nell’ambito della 69.ma Assemblea Generale della Nazioni Unite:
 

Per un mondo libero dalle armi di distruzione di massa

Alla 58ª conferenza generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), in corso a Vienna, è intervenuta la Santa Sede con il discorso pronunciato il 22 settembre da monsignor Antoine Camilleri, sotto-segretario per i Rapporti con gli Stati. Ecco il testo dell’intervento.

Signor Presidente,
Ho l’onore di portare a Lei e a tutti i distinti partecipanti a questa 58ª Conferenza Generale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea) i migliori e cordiali saluti del Santo Padre Francesco.
Allo stesso tempo, mi è gradito congratularmi con Lei, Signor Presidente, a nome della Delegazione della Santa Sede, per la sua elezione quale Presidente di questa distinta Conferenza. Vorrei cogliere quest’opp ortunità anche per esprimere apprezzamento e gratitudine al Direttore Generale Yukiya Amano e al Segretariato per il loro impegnato lavoro a beneficio dell’intera famiglia dell’Aiea. In questa occasione, la Santa Sede, insieme ad altri Stati, dà il benvenuto e si congratula con l’Unione delle Comore, la Repubblica di Gibuti, la Repubblica Cooperativa di Guyana e la Repubblica di Vanuatu per essere divenuti membri della famiglia dell’Aiea.