Un nuovo fronte per la difesa della libertà religiosa

WASHINGTON, 22. «Senza precedenti» ed «estremo». Firmato William Edward Lori, arcivescovo di Baltimora e presidente della commissione per la Libertà religiosa, e Richard Joseph Malone, vescovo di Buffalo e responsabile della commissione per Laicato, matrimonio, vita familiare e giovani, che aprono così una nuova pagina nel complesso confronto tra episcopato statunitense e amministrazione federale sul tema della libertà religiosa.
 

Un nodo antropologico fondamentale

Il matrimonio omosessuale secondo «le débat»

di LUCETTA SCARAFFIA

L’ ultimo numero della rivista francese «le débat» contiene una sezione totalmente dedicata al matrimonio omosessuale, e in particolare al destino dei figli che tali coppie vorrebbero allevare come propri. Aprendo un confronto su questo tema, l’a u t o re v o l e testata laica francese si propone soprattutto di considerarlo un problema antropologico di ampio significato per la società, e non semplicemente un allargamento dei diritti, come vorrebbero i difensori del “matrimonio per tutti”. Secondo Paul Thibaud, filosofo che è stato direttore di «Esprit», questa apertura all’a p p ro f o n d i m e n -to costituisce di per sé una novità interessante in un panorama in cui si è cercato in ogni modo di soffocare il dibattito, argomentando che con la nuova legge si trattava solo di riconoscere un cambiamento già avvenuto nella società.
 

Povera e credibile

di DIONIGI TETTAMANZI

La povertà — non solo e comunque insieme ad altri valori e comportamenti di vita — ha un posto privilegiato perché la Chiesa del Signore appaia a tutti “credibile”, degna quindi di attenzione, di interesse, di ascolto, di rispetto, di affetto da parte di quanti la guardano, la giudicano, la interrogano, le chiedono di essere accolti nel suo grembo per divenire partecipi della sua vita e missione.
 

Per una nuova cultura di cooperazione

Pubblichiamo in una nostra traduzione italiana l’intervento pronunciato il 17 giugno a Ginevra dal vescovo Mario Toso, segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, in occasione del 50° anniversario dell’Unctad (Conferenza delle Nazioni Unite per il Commercio e lo Sviluppo).
 
Lei era merlettaia, lui orologiaio: insomma appartenevano alla piccola borghesia della Normandia del XIX secolo i coniugi Zélie e Louis Martin, meglio conosciuti per essere i genitori di santa Teresa di Lisieux. Cosa hanno da dire a tante coppie del mondo di oggi? Che la santità può essere vissuta all’interno del matrimonio, come due in una sola carne.
 

Energia centro nevralgico di tante sfide attuali

Pubblichiamo in una nostra traduzione italiana l’intervento pronunciato il 6 giugno a New York dal vescovo Mario Toso, Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace in occasione del primo forum annuale sull’Energia sostenibile per tutti che celebra l’avvio del Decennio 2014-2024 per l’Energia sostenibile per tutti.
 
Ma nell'agosto del 1590 una ignota e tremenda epidemia scoppiò nel quartiere di Roma dove si trovavano le rovine delle Terme di Diocleziano (su cui oggi sorge in parte la chiesa di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri; le rovine coprono un'area di 20 per 380 metri; erano state costruite da circa 40.000 schiavi, la maggior parte cristiani).
 

Un piano contro la povertà in Italia

ROMA, 11. L’obiettivo è ambizioso: «migliorare, in questo tempo segnato dal generalizzato peggioramento delle condizioni di vita della popolazione e dall’aumento della povertà, le condizioni di coloro che non riescono neppure a raggiungere quello standard di vita considerato minimamente accettabile». È questo l’orizzonte lungo il quale si muove il rapporto di Caritas Italiana su «Il bilancio della crisi. Le politiche contro la povertà in Italia», presentato oggi in una conferenza stampa che ha visto intervenire, tra gli altri, il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti.